PARTITE IVA Coronavirus:Gribaudo, ammortizzatori sociali per p.Iva

(ANSA) - ROMA, 10 MAR - "Tra le misure che il governo dovrà mettere in campo per sostenere il mondo del lavoro durante l'emergenza, dovrà esserci obbligatoriamente un ammortizzatore sociale anche per le PARTITE IVA. Per i professionisti deve essere dato il via libera alle casse professionali a fare welfare per i propri iscritti, e serve una sorta di naspi per tutte le PARTITE IVA che avranno cali di reddito indipendenti dalla propria volontà. L'annuncio della Ministra Catalfo di 500 euro andava nella giusta direzione, ma dovrà essere estesa il più possibile e verificato se sufficiente nell'importo. Il mondo dei lavoratori autonomi non può essere lasciato solo". Lo afferma la vice capogruppo del Pd alla Camera, Chiara Gribaudo. "Alle famiglie con partita Iva serve anche il congedo retribuito o altre forme di sostegno per chi ha dovuto tenere i figli a casa e non si è potuto recare a lavoro. Visto che l'assegno per le famiglie sarà universale, anche le misure di sostegno a causa del coronavirus dovranno essere universarli". (ANSA). IRA-COM 10-MAR-20 18:03 NNN

PARTITE IVA Coronavirus:Misiani, impossibile bloccare tutte le tasse (2)

(ANSA) - ROMA, 11 MAR - Misiani ha sottolineato che il governo sta "costruendo un decreto legge che, innanzitutto, aggiungerà risorse al SSN perché c'è bisogno di assumere medici, infermieri, di acquistare attrezzature e tutto quello che serve per garantire le cure". Bisogna aiutare la Protezione Civile, ha aggiunto, ed "evitare che ognuno perda il posto di lavoro per effetto dell'emergenza sanitaria e per questo rafforzeremo la cassa integrazione e gli ammortizzatori sociali garantendola a tutti i dipendenti, a prescindere dalla dimensione dell'impresa e stiamo costruendo meccanismi anche a sostegno dei lavoratori precari, delle PARTITE IVA, dei professionisti, in un paese in cui la rete di protezione sociale è oggettivamente più fragile per queste categorie di lavoratori". "Poi bisogna garantire la liquidità alle imprese e alle famiglie e per questo stiamo costruendo con ABI e con Banca d'Italia una moratoria molto estesa, un blocco sostanziale del pagamento dei mutui per le imprese e per le famiglie e il mantenimento delle linee di credito aperto, perché quello che dobbiamo evitare è che manchi la liquidità alle imprese, in particolare in un momento di difficoltà". Si dovrà poi dare un aiuto particolare alle famiglie "e per questo si vogliono estendere i congedi parentali e garantire un buono per l'acquisto dei servizi di assistenza dei figli". DOA 11-MAR-20 10:50 NNN